e

Il pensiero femminile per guidare il cambiamento

di Francesca Tozzi

copertinaTroppi luoghi comuni sono ancora in circolazione sui ruoli che dovrebbero ricoprire le donne e gli uomini: le prime si sono nel tempo “mascolinizzate” per conquistarsi gli spazi di cui avevano diritto ma a scapito spesso dell’intuito e della sensibilità, tipici tratti del femminile capaci di conciliare e costruire, di comprendere e accogliere. D’altra parte i secondi hanno perso i propri riferimenti diventando più insicuri, chiusi e violenti davanti a un potere che non sapevano più comprendere e gestire anche se, paradossalmente, era il loro stesso tipo di potere, riflesso dalle donne. Esiste però un altro tipo di potere che appartiene alla parte più autentica delle donne, capace forse di scardinare i vecchi stereotipi del passato per innescare un cambiamento virtuoso, un rinnovamento della coscienza globale.

È questo il tema centrale del nuovo libro di Lucia Giovannini, psicologa, life coach, autrice di diversi libri sui temi del cambiamento e della crescita personale. Non è un manuale di autoaiuto né un pamphlet femminista: dietro ci sono anni di lavoro personale e di gruppo sull’evoluzione del sé. Bellezza, maternità, relazioni, carriera, menopausa: Il potere del pensiero femminile si propone come un viaggio tra intuizioni, storie e rivelazioni che dona una nuova consapevolezza dei propri talenti e che libera dai condizionamenti e dai tipici problemi di autostima. «Lungo questo viaggio – spiega Lucia Giovannini – avremo l’occasione di

ritrovare le radici della storia femminile, rappacificarci con esse e scoprire la profondità delle capacità che abbiamo ereditato.

Ciò ci porterà a mano a mano a capire e a superare i blocchi e i condizionamenti tipici di noi donne e a riappropriarci con dolcezza del nostro potere femminile, acquisire maggiore autostima e consapevolezza delle nostre possibilità, essere più efficaci nel raggiungimento dei nostri obiettivi e creare finalmente nuovi modelli (più funzionali per entrambi i sessi) nell’ambito relazionale, lavorativo e familiare».

Questo libro è, però, pensato anche per quegli uomini che vogliono integrare meglio il femminile nella loro esistenza

e comprendere più intimamente le fasi che la moglie, la collega, la figlia, la sorella o l’amica stanno vivendo e le relative sfide e potenzialità, tenendo conto che, più le donne staranno bene con se stesse, migliori saranno le relazioni tra i due sessi. «Ognuno di noi – continua l’autrice – è chiamato a partecipare alla realizzazione del presente e del futuro, che ci piaccia o meno. Con il silenzio o con le nostre voci facciamo la differenza. Comunque. Nel bene o nel male. Ma che tipo di differenza vogliamo fare?». Dedicato a tutte le donne che desiderano sviluppare e liberare il proprio potere, migliorare la propria vita e farsi portavoce del cambiamento nel mondo. O meglio, dedicato a ogni essere umano (uomo o donna) che voglia fare la sua parte nel costruire un pianeta migliore.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA