b

Credits4Health: un progetto che premia la salute

di redazione

Mangiare in modo completo ed equilibrato e svolgere una regolare attività fisica: due scelte di vita che hanno quasi sempre un ritorno in termini di salute, bellezza e benessere psico-fisico. Eppure non sembrano essere incentivi sufficienti.

Nasce per questo ed è da poco partito il progetto di innovazione sociale e promozione della salute Credits4Health (C4H), finanziato dall’Unione Europea e finalizzato a motivare le persone a migliorare la propria alimentazione e a svolgere appunto un’attività fisica regolare. Come? Grazie a un’innovativa e ipertecnologica piattaforma web, con un sistema originale di incentivi e percorsi su misura, cui potrà iscriversi, entro il 31 dicembre 2014, chiunque, avendo un’età compresa tra i 18 e i 65 anni, sia residente o domiciliato in una delle aree di studio coinvolte e abbia una connessione a Internet. Per l’Italia si tratta di Firenze (area metropolitana) e dell’area del Salento (province di Brindisi, Lecce e Taranto).

Grazie a questa piattaforma, realizzata con le conoscenze e l’esperienza offerte da medici, nutrizionisti, esperti di scienze motorie e psicologi, C4H intende creare e validare sul campo un sistema di prevenzione semplice ed efficace basato sull’uso delle nuove tecnologie. Il progetto prevede tre fasi e avrà termine alla fine del 2016. Chi si iscrive on-line e, con un colloquio successivo, dovesse risultare idoneo, potrà partecipare alla prima fase di definizione degli obiettivi ed elaborazione di un percorso personalizzato di cui potrà seguire i progressi sulla piattaforma stessa, ricevendo consigli e partecipando alla vita della community. Dopo due mesi potrà prendere parte alla seconda fase del progetto e, se è migliorato, beneficiare di un sistema di crediti forniti da aziende partner del progetto: per esempio, sconti su prodotti di salute e bellezza, risparmi sulla palestra o sull’assicurazione. Per le modalità di partecipazione e per maggiori informazioni vai sul sito www.credits4health.it

Foto di BMclvr/flickr

Foto di BMclvr/flickr

© RIPRODUZIONE RISERVATA